William Alexander “I dieci pomodori che hanno cambiato il mondo”, presentazione

Aboca dedica uno dei suoi ultimi volumi al re pomodoro, il frutto diventato il signore nelle nostre tavole tanto che, come il prezzemolo, viene utilizzato in molti piatti, ingrediente principale o accessorio. Ma la sua storia è stata lunga e travagliata, prima ignorato e poi vituperato al punto da essere considerarlo addirittura velenoso: l’autore, William Alexander, la documenta tra aneddoti e preparazioni, senza tralasciare le diverse ibridazioni che ne hanno determinato le varietà insieme ad aspetti comici, a partire dal titolo che vuole probabilmente parafrasare quello del reportage di Reed sulla Rivoluzione d’Ottobre sottolineando così la rivoluzione culinaria e botanica di cui il pomodoro fu sicuramente portatore.

L’arrivo della pianta in Europa dal Nuovo Mondo è datata intorno al Seicento.

Ai primordi  non ebbe un ruolo importante tra gli alimenti, venne più utilizzato come ornamento tanto che in questo ruolo lo troviamo come fregio alle porte in bronzo dell’ingresso di destra del Duomo di Pisa, fuse nel 1602, data che ha fatto presumere il suo arrivo in Italia alla corte di Cosimo I de’ Medici.

Fu quindi ignorato a lungo in cucina iniziando a diffondersi quando a provarne il sapore e l’utilizzo alimentare furono soprattutto personaggi facoltosi e potenti in cerca di degustazioni esotiche; ne seguirono varie ibridazioni su cui il volume si sofferma soprattutto relativamente alla varietà San Marzano e agli utilizzi  di là d’Oceano: negli Stati Uniti con la particolare vicenda legata alla zuppa  Campbell e alla salsa Ketchup.

“Supportato da una ricerca storica e botanica accurata, una scrittura chiara e divulgativa e tempi comici ben calibrati, William Alexander intreccia viaggi, leggende, umorismo, avventure (ma anche disavventure) per seguire la scia del pomodoro attraverso la storia. Un racconto rocambolesco ed epico in cui non mancano eroi, artisti, conquistatori e mafiosi. Una guida appetitosa sull’alimento che strega il nostro palato da sempre” (da Aboca Edizioni Libri)

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.