Yu Hua “Mao Zedong è arrabbiato” da DLa Repubblica

 

Vai al testo della recensione di Wlodek Goldkorn

Annunci

Massimo Recalcati “A libro aperto” su Terza Pagina La Repubblica

 

Ci si accosta a molti libri, per interesse, curiosità o obbligo; ma il lettore sa che alcuni di loro, appena aperti, sembrano come venirgli incontro. Proprio “incontro” è la parola-chiave: designa la forma della relazione che si instaura fra libro e lettore.

Vai all’articolo di Stefano Bartezzaghi

Cristina López Barrio (Bella Linardi) “Nebbia a Tangeri” La Lettura Il Corriere

 

Una notte di passione a Madrid finisce con un furto. La protagonista insegue quella passione fino a Tangeri. Di lui conosce solo il nome, Paul, e due oggetti che gli ha rubato: un libro, Nebbia a Tangeri, e un ciondolo su cui è scritto «Alisha». Ma la vicenda è ancora più intrigata e si snoda in un intreccio narrativo tra realtà e finzione e con la storia della città: un altro Paul è il protagonista del romanzo che Flora legge, quello rubato al «suo» Paul, e anche lui scompare.

Vai alla recensione di Jessica Chia  e all’ intervista all’autrice su La Lettura on line

Susanna Tamaro “Il tuo sguardo illumina il mondo” da Il Corriere Cultura on line

 

L’amicizia con Pierluigi Cappello, le sue poesie, ispirano all’autrice pagine legate anche ai ricordi della propria adolescenza, e sempre aperte alla speranza. In questo libro l’autrice tiene fede alla promessa di scrivere insieme questo libro dove ripercorre gli anni della loro profonda amicizia

«Gli anni della nostra amicizia sono stati per me gli anni della grande libertà. Libertà di essere come sono».

Vai al testo della recensione di Eugenio Borgna

 

“La Furia di Banshee” di Jean Francois Chabras disegni di David Sala Gallucci Edizioni

Le opinioni dei lettori 

Libro prezioso. Si sfoglia trovandosi in  conflitto tra due desideri. Fermarsi, sgranare gli occhi sulle curatissime ed affascinanti illustrazioni o correre, correre sospinti dalle parole per capire cosa sta accadendo?
A ripensarci ci si accorge che i colori brillanti, le forme anche insolite sono in continuo movimento. A ripensarci  ci si accorge  che i disegni si accordano con le frasi, con quelle lettere che vanno, vanno dritte per fermarsi  quando, d’improvviso,  arriva la ragione di tutta quella fretta.
E allora se così bene suonano assieme questi due mondi di desideri, questi due mondi per grandi e piccini, si può  ricominciare, ritornare al veloce incanto di un giro di giostra  con Banshee, la potente maga irlandese, e la sua furia. Così, per farsi portare e, al tempo stesso, per cercare  il proprio ritmo personale.
Formato perfetto, anche da tavolo.
Dai 5 anni ai 100

di Adriana Casalegno