Annunci

Da Il Venerdì La Repubblica: recensioni in poche parole

Nadia Terranova, Ofra Amit “Bruno. Il bambino che imparò a volare” Edizioni Orecchio Acerbo

Opinioni dei lettori: di Adriana Casalegno

È a storia finita, finemente illustrata da Ofra Amit, che, nelle ultime 2 pagine, scopriamo chi era Bruno. Bruno Schulz, lo scrittore, disegnatore, giornalista ebreo polacco.

Libro elegante. Una storia narrata e illustrata con coraggio, come accade ai testi poetici. Una lettura per bambini e non.

Dai 10 anni  ai 100

Continua a leggere Opinioni dei lettori: di Adriana Casalegno

Camilla Läckberg “Donne che non perdonano” in anteprima mondiale in Italia

Donne che non perdonano” , in questi giorni in anteprima mondiale in Italia, è l’ultimo thriller di Camilla Läckberg, la scrittrice svedese nata nel 1974 a Fjällbacka, un pittoresco paese di pescatori, che si è affermata nel mondo con circa 22 milioni di copie dei suoi romanzi vendute e tradotte in 40 lingue e in circa 60 Paesi. Un fenomeno editoriale come ne capitano pochi nel nostro tempo.

Vai all’articolo

Primo Levi “Se questo è un uomo. Il libro primogenito” in mostra a Torino

  • Mostra “Se questo è un uomo, il libro primogenito”, Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino
  • Mercoledì 14 novembre alle ore 17,30 è stata inaugurata la mostra dedicata alla prima edizione De Silva di “Se questo è un uomo” pubblicata nel 1947.
  • Se questo è un uomo, il libro “primogenito”
    Biblioteca Nazionale Universitaria, Piazza Carlo Alberto, 3, Torino
    Sala mostre classica
    L’esposizione, a ingresso gratuito, sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 18. Il sabato la mostra sarà visitabile dalle ore 10 alle ore 13. Dal 14 novembre al 15 dicembre. Per maggiori informazioni: info@primolevi.it; 0114369940

Se questo è un uomo prima edizione cercasi

di BRUNELLA GIOVARA

Le prime edizioni ritrovate saranno il perno della mostra, premessa alle iniziative per il centenario della nascita dello scrittore (Torino, 31 luglio 1919).

Chi le comprò all’epoca, per lire 450? In quali famiglie entrò? Chi volle leggere quel Levi sconosciuto, un reduce, certo, che si impuntò come il mulo per raccontare, anche quando la gente voleva dimenticare? Alcuni italiani possiedono senza saperlo un’edizione De Silva, sepolta tra i libri vecchi di casa, comprata da un padre o da un nonno. O invece lo sanno e se la tengono stretta, dato l’alto valore raggiunto negli anni: 4300 euro se completa di sovraccoperta, 1500 senza,

Per saperne di più vai al testo dell’articolo di Brunella Giovara da La Repubblica Terza Pagina

oppure

vai alla presentazione di “Se questo è un uomo” di Salvina Pizzuoli