I primi titoli del “dopo lockdown”, l’attore americano sugli scaffali con “A proposito di niente” un articolo da Il Tirreno 4 maggio

 

In arrivo i primi titoli del “dopo lockdown”, l’attore americano sugli scaffali con “A proposito di niente”.
Gli editori: «Ma ora serve un aiuto straordinario»
Con Allen, Rushdie e Rampini
riparte il mercato del libro
Finisce il lockdown per tutte le librerie italiane. In Toscana hanno già riaperto da qualche giorno, ma da oggi anche i librai e le catene di Piemonte, Lombardia e provincia di Trento potranno riaprire. Si completa così in tutte le regioni, come previsto dal decreto del governo, la graduale operatività delle librerie partita il 14 aprile. E sugli scaffali cominciano ad arrivare anche le prime novità editoriali il cui lancio era stato bloccato dalle case editrici nella prima fase dell’emergenza Coronavirus. Tra i titoli più attesi l’autobiografia di Woody Allen, “A proposito di niente” (La nave di Teseo), anticipata in ebook, che esce il 14 maggio, il “Quichotte” (Mondadori) di Salman Rushdie, il 12 maggio quando uscirà anche, con un capitolo aggiornato sulla pandemia “Oriente e Occidente” (Einaudi) di Federico Rampini. E il 20 maggio “Primavera” (Big Sur) di Ali Smith.«Con Piemonte, Lombardia e provincia di Trento finalmente tutte le librerie potranno aprire dal 4 maggio. Una settimana importante anche perché torneranno i lanci dei libri nuovi» dice alla vigilia della ripartenza su tutto il territorio nazionale il presidente dell’Associazione Librai Italiani aderente a Confcommercio, Paolo Ambrosini.«È un ulteriore passo avanti verso una ripresa di normalità. Ci auguriamo che possano presto riaprire anche quelle dentro le stazioni e aeroporti» sottolinea il presidente di Ali-Confcommercio.La ripartenza viene festeggiata da molti librai uniti nel ricordo di Luis Sepulveda, morto il 16 aprile per Coronavirus, con diverse iniziative, oggi, dedicate all’autore di “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, partite da un’idea dalla manifestazione torinese “Portici di carta”, una delle attività di promozione della lettura del Salone del libro di Torino. Ma la situazione resta drammatica e serve un «aiuto straordinario e urgente per salvare il mondo del libro e ripartire» come hanno chiesto in un appello al governo AIB -Associazione Italiana Biblioteche, AIE – Associazione Italiana Editori e ALI – Associazioni Librai Italiani lanciando l’allarme per tutta la filiera del libro con il 70% degli editori che sta attuando o programmando la cassa integrazione e una stima di 21.000 titoli in meno pubblicati nel corso del 2020, anche se si concretizzerà il recupero. Le novità in uscita bloccate sono 12.500, 44,5 milioni di copie non saranno stampate e i titoli in meno da tradurre saranno 2.900.Nella «piena sicurezza di lettori, librai e collaboratori» riaprono le porte al pubblico su tutto il territorio nazionale le librerie Mondadori Store: a partire da oggi, saranno via via operativi tutti gli oltre 550 punti vendita diretti e in franchising in Italia, salvo ulteriori disposizioni delle Autorità regionali e locali.«Rimettiamo in moto il sistema, dando priorità alla sicurezza dei nostri clienti e delle nostre persone», ha spiegato Carmine Perna, amministratore delegato di Mondadori Retail. Le Librerie Feltrinelli, che hanno visto una graduale e progressiva riapertura in tutta Italia, a cominciare dalle regioni in cui è stata permessa, con il 4 maggio arriveranno a quasi 70 librerie aperte, compresi i negozi in Piemonte e Lombardia. Attrezzate di tutti i dispositivi sanitari necessari, le Librerie Feltrinelli saranno disinfettate due volte al giorno, le casse saranno protette da parafiati in plexiglas e lo spazio per cliente non sarà di 40 metri quadrati, come richiesto dall’ultimo decreto, ma di 80 metri quadrati per garantire l’allontanamento sociale. I librai e i clienti saranno obbligati a indossare mascherine chirurgiche. Finora «i numeri delle regioni aperte, pur nella complessità del periodo, sono stati ben sopra le aspettative. Bene le librerie di quartiere e di prossimità. Soffrono un po’ di più centri storici e località turistiche» spiega Ambrosini. Non si fermano comunque anche le vendite online, le spedizioni e consegne per restare vicini ai lettori e le tante iniziative fiorite. Attivo anche il nuovo servizio telefonico gratuito di personal shopping “Il tuo libraio”: un filo diretto con i librai di Mondadori Store che offre suggerimenti di lettura, consigli mirati o nuovi spunti, con la possibilità di acquistare e ricevere direttamente a casa il titolo consigliato. —
leggi  anche la recensione a:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.