Cesarina Vighy “L’ultima estate” recensione di Maria Anna Patti da Robinson La Repubblica

…continua a leggere la recensione di Maria Anna Patti

 

 

dalla Prefazione di Pier Vincenzo Mengaldo

Nel 2009, all’età di 72 anni e già malatissima, Cesarina Vighy esordì con L’ultima estate, un romanzo dai forti spunti autobiografici che divenne presto un vero caso letterario vincendo il Premio Campiello Opera Prima e qualificandosi nella cinquina del Premio Strega. Tradotto all’estero e sorretto da un grande successo di pubblico, è diventato nel tempo un modello di resistenza al dolore per il suo strenuo stoicismo e la sua affilata ironia.

… continua a leggere la Prefazione di Pier Vincenzo Mengaldo da Fazi Editore