Alda Merini “Vuoto d’amore”

Cosa è possibile aggiungere sulla vita e sulle poesie di Alda Merini? Poco o nulla, e non solo perché molto è stato scritto di lei ma soprattutto perché ha trasposto la propria esperienza di vita nelle sue opere, anche quei momenti bui che sono stati gli anni dell’internamento, per vari periodi negli ospedali psichiatrici, come ne L’altra verità. Diario di una diversa pubblicato nel 1986.

Atrocità e splendori nel cammino di Alda Merini hanno segnato l’esistenza di chi volle essere una poetessa.

Nel 1991 con Einaudi pubblicò Vuoto d’amore, che raccoglieva inediti e una parte antologica, curata da Maria Corti:

Questa raccolta riproponeva La Terra Santa scritta e pubblicata nel 1984 da Scheiwiller ma andata fuori catalogo e ripubblicata in quel volume per intero con l’interessante introduzione di Maria Corti di cui abbiamo riproposto alcuni stralci iniziali.

Annunci