Manuel Vilas “In tutto c’è stata bellezza” recensione da tuttolibri La Stampa

Il lungo monologo di un insegnante che perde i genitori e divorzia, nel mediocre tran tran di provincia diventa un regolamento di conti con la storia nazionale, dalla morte di Franco ai nostri giorni

Vai alla recensione di Fernando Aramburu (traduzione di Bruno Arpaia)

Leggi anche la recensione su DLa Repubblica di Rosella Pastorino

Annunci