Fabrizio Silei “Trappola per volpi” recensione di Sergio Pent da tuttolibri La Stampa

Per capire chi ha ucciso la moglie del senatore
serve un detective con il fiuto contadino

di Sergio Pent

L’etichetta di «giallo» si addice solo parzialmente al romanzo di Fabrizio Silei, Trappola per volpi. Una commedia umana ruspante e a tratti civettuola, diremmo, più in linea con le pagine lacustri di un Andrea Vitali che non con le atmosfere trucide di un Donato Carrisi. Mondi opposti, opposte realtà, in effetti. E Silei – cinquantaduenne sociologo fiorentino pluripremiato nell’ambito della narrativa per ragazzi – gioca infatti le sue carte su un versante sociale e salottiero più che sui sospetti serrati che in genere conducono il lettore a trascurare l’habitat e a dedicarsi alla soluzione. 

… continua a leggere la recensione di Sergio Pent

Vedi anche la recensione di Jeane Perego da Il Tirreno

Annunci