E.Bulwer Lytton “La razza ventura”

E. Bulwer Lytton                               

“La razza 

ventura”                               

Edizioni Arkitos, 1980 pp 227  

euro17,00

 

 

 

Dello stesso autore abbiamo presentato “Zanoni” ambientato alla fine del XVIII secolo, in Italia e in Francia. Il protagonista è riuscito a sconfiggere la morte essendo a conoscenza del segreto per l’eterna giovinezza, ma rinuncerà a tutto per amore. In questa seconda opera che presentiamo l’autore descrive una razza, la razza che verrà, composta da esseri che vivono sottoterra, superiore a quella umana sotto il profilo tecnico e industriale e non solo: sono gli Ana la cui società non conosce lotte sociali e la guerra e che possiede una fonte di energia potentissima, il vril, tanto potente da sbriciolare grandi città. È la razza ventura, quella che dominerà il mondo.

The Coming Race è del 1871, due anni prima della morte dell’autore, fu pubblicato in Italia nel 1898. Coevo al Viaggio al Centro della Terra (1865) di Jules Verne. L’accostamento è immediato anche se completamente diverso lo svolgimento: nel primo i protagonisti cercano la risalita in un’avventura sotterranea, nel secondo Bulwer-Lytton racconta l’esistenza di un popolo dei primordi costretto a scendere nel cuore della terra per sfuggire ad una  catastrofe avvenuta sulla superficie.

Chi era Bulwer Lytton?

“Edward George Bulwer Lytton (1803-1873) svolse diversi incarichi politici. Fu amico di Charles Dickens. Si è occupato di storia antica e di archeologia, di storia medievale e di scienze occulte e di esoterismo. Secondo alcuni suoi biografi fu anche accolto nella setta dei Rosa-Croce. La sua fortuna letteraria è legata soprattutto ai numerosi romanzi storici tra i quali “Gli ultimi giorni di Pompei”.

 

Annunci