Daniela Alibrandi “Un’ombra sul fiume Merrimack”

Daniela Alibrandi “Un’ombra sul fiume Merrimack”

Youcanprint, 2013 200 pagine

Su Amazon in ebook 2,78 euro

in cartaceo 13,00 euro

o in cartaceo su Youcanprint

 

Un’Ombra sul Fiume Merrimack”, di Daniela Alibrandi, è rientrato tra i vincitori del premio letterario internazionale Novel Writing 2012; è stato tradotto nell’edizione inglese “A Shadow On Merrimack River” ed è in catalogo presso l’Italian & European Bookshop di Londra.

Ambientato in una cittadina nel New Hampshire, un piccolo stato nel Nordest degli Stati Uniti al confine con il Canada, il romanzo immerge il lettore in quella che era la società americana nella metà degli anni Sessanta, non risparmiando nulla della mentalità chiusa e provinciale che la caratterizzava. Ma vengono dipinte a tinte forti anche le ansie e le sofferenze di quella stessa società nel pieno della guerra del Vietnam, geograficamente lontana, ma vicinissima nelle lancinanti ferite dei suoi giovani, strappati al benessere e alla spensieratezza della loro età attraverso un meccanismo di selezione per lo più sconosciuto, e inviati a combattere dall’altra parte del mondo.

La narrazione, che all’inizio accarezza il lettore anche attraverso descrizioni magnifiche relative alla natura e ai paesaggi di quei luoghi, si arricchisce sempre più di eventi misteriosi che non sembrano essere collegati al raccapricciante episodio con cui si apre il racconto. I personaggi, apparentemente tranquilli, assumono man mano connotati inquietanti. E Attraverso una crescente suspense si giunge a un finale assolutamente inimmaginabile e spiazzante.

Come inizia

Lei stava pattinando e finalmente riusciva a calibrare la spinta impressa al movimento della gamba con la resistenza opposta dalla lastra ghiacciata. Davanti al suo sguardo si fondeva il grigio chiaro del fiume con quello più scuro del cielo. Era perfino piacevole sentire l’aria gelida sul viso, mentre chiudeva gli occhi e si lasciava trasportare leggera sulla superficie ghiacciata. Più in là la sua amica Jenny stava cercando di fare altrettanto e, a dispetto della sua obesità, riusciva a esprimere leggerezza e agilità. Il silenzio veniva interrotto solo dal ritmico andare dei pattini e, in quella luce tenue e crepuscolare, riuscivano addirittura a guardarsi e a sorridersi di tanto in tanto. Era trascorso quasi tutto l’inverno nel gelo del New England. Ora non era difficile sopportare il freddo meno tagliente, che caratterizzava l’avvicinarsi della primavera nel New Hampshire.

Più volte le era stato raccomandato di non andare a pattinare sul fiume, dove si erano verificati incidenti mortali, soprattutto alla fine della stagione invernale. Alcuni ragazzi erano stati inghiottiti dal Merrimack e, nel migliore dei casi, i loro corpi erano stati ritrovati, dopo il disgelo, molti chilometri a valle, verso l’Oceano. Lei, invece, aveva preferito dar retta a Jenny e scegliere un posto sul fiume dove, battendo con i pattini la superficie, avevano delimitato un’area apparentemente solida e sicura. Del resto l’unica pista di pattinaggio si trovava dall’altra parte del bosco e veniva ricavata congelando l’acqua di quella che d’estate era una grande piscina. Era facile perdere l’orientamento nella macchia boschiva durante le frequenti tempeste di neve.

Jenny, che ne dici sarà ora di andar via?

No, ti prego, ancora cinque minuti, promesso! ─ L’amica non era mai felice di rientrare a casa. Vi avrebbe trovato una madre alcolizzata e un patrigno violento. Al contrario Diana sentiva che era proprio il momento di tornare. Da lei c’era il nonno materno, che l’aspettava con ansia, mentre in tutta la casa immaginava si stesse già diffondendo un caldo odore di zuppa e dolci. Decise però di far contenta Jenny, altri cinque minuti non erano poi molto.

Chi è Daniela Alibrandi

Daniela Alibrandi ha già pubblicato Nessun segno sulla neve (Premio Circe 2013), Un’ombra sul fiume Merrimack (Novel Writing 2012), Il Bimbo di Rachele, Il Vaso di Bemberly, Quelle strane ragazze (Premio Perseide 2014, riedizione de La Fontana delle rane), Una morte sola non basta, I doni della mente (Antologia di racconti vincitori di premi letterari nazionali). Tre dei suoi lavori sono disponibili nelle edizioni inglesi e i suoi primi due romanzi sono in catalogo presso l’Italian & European Bookshop di Londra. L’autrice, con l’inedito Delitti fuori orario, è recentemente giunta finalista al concorso Romanzi in cerca d’autore, organizzato da Mondadori Store, Passione Scrittore e Kobo Writing Life, conclusosi con la cerimonia di premiazione nell’ambito del Salone del Libro di Torino.

L’autrice ha un sito web https://danielaalibrandi.wordpress.com/ e una pagina pubblica in Facebook https://www.facebook.com/Daniela-Alibrandi-Autore-108488582556510/

Annunci