Boris Pasternak “Il dottor Živago”

Boris Pasternak scrisse il suo romanzo, tra i più famosi nel mondo anche per le riduzioni cinematografiche e teatrali che ne furono fatte e per la vincita del premio Nobel l’anno successivo alla sua pubblicazione, negli anni ‘40. Fu pubblicato invece a molti anni di distanza e fuori dalla Russia da Giangiacomo Feltrinelli nel 1957 e da lì in tutte le altre lingue.

Il dottor Živago di Pasternak, autore conosciuto in patria (Mosca 1890/1960), come poeta e traduttore, fu osteggiata, e per la visione socio politica dell’autore e per l’impostazione dell’opera, al punto da impedirne la pubblicazione. Fu Giangiacomo Feltrinelli che riuscì a pubblicarlo nella sua giovane Casa Editrice, fondata nel 1954, nel novembre del 1957. Per inciso: la storia della pubblicazione del romanzo viene evidenziata nell’opera di Paolo Mancosu “Živago nella tempesta”* in cui sono raccontate le avventure editoriali del romanzo di Pasternak che racconta le vicende del medico e poeta Jurij Živago, sullo sfondo delle rivoluzioni socialiste (1905 e 1917) e poi della guerra civile tra le armate filozariste e i partigiani dell’Armata Rossa. Suddiviso in cinque parti, nella quinta con il titolo Poesie di Jurij Živago troviamo le poesie di Pasternak.

Come inizia:

 

*Basandosi su fondi d’archivio inediti, Paolo Mancosu, ordinario di Filosofia all’Università della California a Berkeley, ricostruisce la storia della pubblicazione di Feltrinelli, le pressioni eser­citate dal governo sovietico e dal Partito Comunista Italiano su Feltrinelli per impedirne la pubblicazione e descrive il ruolo svolto dal KGB e dalla CIA nelle vicissitudini della pubblicazione del romanzo.

Annunci